Integratore ferro

integratore ferro

Integratore ferro: cosa è e a cosa serve. Il ferro è un elemento chimico fondamentale per svariate funzioni del nostro organismo. Lo possiamo assorbire attraverso i cibi di cui ci nutriamo, in particolare la carne, da cui assorbiamo circa il 40% di ferro.

Gli alimenti vegetali contengono solo ferro di più difficile assorbimento, infatti del ferro di origine vegetale si assorbe infatti meno del 5%.

Nelle cellule e nei fluidi corporei come il sangue, il ferro non è mai libero perchè è legato a specifiche proteine di trasporto. All’interno delle cellule della mucosa intestinale il ferro si lega all’apoferritina da cui deriva una nuova formazione che si chiama ferritina.

Poi il ferro viene rilasciato e ossidato per entrare nel circolo sanguigno. All’interno del sangue, il ferro viene  ridotto di nuovo e si collega alla transferrina. Questo processo gli permette di venire trasportato al fegato dove si deposita come emosiderina e ferritina. 

A seconda delle necessità dell’organismo, il ferro viene trasferito dal fegato ai diversi organi, ad esempio al tessuto muscolare, dove è fondamentale per la sintesi della mioglobina o a livello del midollo osseo rosso, qui infatti è utilizzato per la sintesi dell’emoglobina. Perché la mancanza del minerale ferro non va sottovalutata?

Quando si è bambini o adolescenti, la mancanza di ferro porta ad una carenza di ossigeno ai tessuti, e può avere il risultato di rallentarne la crescita.

Quando parliamo di adulti o atleti, l’anemia può portare spesso ad una riduzione delle prestazioni. Dunque, se si verifica una mancanza significativa di questo minerale, andrebbe trattata tempestivamente, prima che la situazione si aggravi.

E’ consigliabile farla presente al medico e trattarla con specifici integratori di ferro. 

Migliori 4 integratore ferro a confronto, recensioni e guida alla scelta: Iron Bisglycinate Nutravita 

L’integratore ferro bisglicinato, miglior formula per chi ha difficoltà di assunzione di questa sostanza, rappresenta un valido alleato per chi soffre di anemia.

Parliamo ancora di un integratore sicuro perché naturale, Nutravita infatti, predilige prodotti senza sostanze artificiali e riempitivi sintetici. Le 180 compresse naturali e vegane, garantiscono una fornitura per sei mesi e ogni compressa contiene 14 mg di ferro, quindi il 100% del valore di riferimento nutritivo giornaliero.

Una compressa al giorno è sufficiente a mantenere i livelli necessari. L’alta biodisponibilità di questo integratore ferro lo rende più assorbibile rispetto ad altri integratori.

I suoi benefici sono innumerevoli, infatti iron bisglycinate di Nutrivita regala forza ed energia, si occupa di regolarizzare il sistema immunitario e contribuisce alla produzione dei globuli rossi.

Non solo, è utile nel preservare le funzioni cognitive e riduce la stanchezza. La gamma Nutravita è una tra le più affidabili, nasce da un’impresa familiare fondata nel Regno Unito nel 2014, e rende soddisfatti i clienti da ormai sette anni, grazie alle sue formule genuine, biodisponibili, controllate e migliorate gradualmente.

I prodotti di Nutrivita offrono sicurezza e tranquillità e segue rigidi standard. Tutta la sua produzione è certificata dal Regno Unito. I laboratori in cui i prodotti Nutrivita vengono prodotti sono guidati da figure esperte e attente alla qualità, che utilizzano i migliori ingredienti, escludendo la presenza di OGM, glutine, lattosio, coloranti artificiali.

Questo prodotto è consigliato a vegani e vegetariani, i quali, sono impossibilitati a ricevere dalla dieta che seguono, l’apporto di ferro di cui hanno bisogno.

Gloryfeel

Ecco a voi un integratore naturale genuino e semplice, indicato per compensare anemia, ricostruire sangue, dare energia e sollievo durante le mestruazioni.

Stiamo parlando dell’integratore ferro e Vitamina C di Gloryfeel, 180 compresse vegane, adatte alle più disparate esigenze. Ogni compressa contiene 40 mg di ferro, impreziosito dalla presenza di Vitamina C da polvere di Acerola.

La formula è altamente biodisponibile e concentrata, la polvere da Acerola, aumenta il suo grado di biodisponibilità.

Le 180 compresse garantiscono una soluzione conveniente poiché rappresentano una fornitura di ferro di sei mesi. La dose consigliata è infatti di una compressa al giorno. Inoltre il complesso chimico utilizzato (bislingato di ferro) rappresenta la formula più facilmente assimilabile.

Assumere ferro non sarà più fastidioso come prima. Anche per le persone deboli di stomaco, potranno assumere questi integratori di ferro senza fastidi. Oltre ai benefici che ti abbiamo elencato, sapevi che le compresse di ferro Gloryfeel sono di origine vegetale e prive di stearato di magnesio?

Inoltre non prevedono l’utilizzo di agenti separatori, aromi, coloranti, stabilizzanti, riempitivi, gelatina, senza ingredienti di origine animale e naturalmente senza ingegneria genetica, senza lattosio, senza glutine e senza conservanti.

Naturalezza e qualità sono assicurate! Sapevi anche che tutti i prodotti GloryFeel sono prodotti in laboratori tedeschi seguendo i più alti standard qualitativi?

Inoltre i severi controlli di qualità sono all’ordine del giorno, e vengono svolti regolari test effettuati da laboratori di analisi accreditati. Dunque, tra gli integratori di ferro e Vitamina C, sicuramente Gloryfeel rappresenta un’ottima soluzione.

Bios Line

Ora presentiamo invece un integratore ferro a triplo rilascio, ottimo per ridurre la stanchezza, perché associato a diversi complessi vitaminici (vitamina c, vitamina b12).

La formula dell’integratore in questione contiene tre forme di ferro, ovvero, bisglicinato, pidolato e fumarato. Questo permette all’integratore fare effetto gradualmente, per tutta la giornata.

Anche questo integratore ferro è una buona soluzione per chi soffre di stomaco: non presenta le caratteristiche tipiche del ferro, che possono creare fastidi e non possiede un sapore sgradevole, a differenza di altri integratori di ferro.

Bios line Principium FerPlus Tre-Tard integratore ferro va assunto generalmente a stomaco vuoto, per avere maggiore efficacia. La dose consigliata è di una compressa al giorno disciolta in acqua o dove si preferisce.

Una compressa di bios ferPlus tre tard integratore ferro, contiene 30,00 mg di ferro, oltre alle tre componenti aggiunte, non meno importanti, ovvero, 180,00 mg di vitamina C; 18,00 mg di vitamina b12; 400,00 mcg di acido folico.

Sono proprio queste caratteristiche a rendere Bios Ferplus così prezioso! Bios FerPlus inoltre, protegge il sistema immunitario, riduce stanchezza e debolezza, contribuisce alla formazione dei globuli rossi.

La sua formula è naturale e vegana, senza additivi, né lattosio. E’ particolarmente adatto a donne incinte e a sportivi. Ora che vi abbiamo parlato dei maggiori benefici di questo integratore ferro, cosa aspettate a provarli?

Chi usufruisce di Bios Ferplus resta sempre soddisfatto, perché questa gamma mette la qualità al centro delle sue priorità. Lo consigliamo a tutti i soggetti, poiché la sua formula è una tra le migliori.

SanaExpert Natalis

Poiché parliamo di integratore ferro, non potevamo non menzionare un ottimo integratore a base di ferro e acido folico con aggiunta di vitamine adatto a gravidanza e fertilità.

Stiamo parlando dell’integratore ferro Natalis pre di Sana Expert, integratore prodotto in Germania, sicuro e naturale, con ingredienti 100% vegani, senza glutine, lattosio, fruttosio, conservanti, additivi.

L’integratore ferro Natalis pre è stato studiato appositamente per accompagnare le donne in gravidanza nella preparazione al concepimento: dona al corpo i nutrienti essenziali che servono al bambino in grembo e alla madre, per farlo crescere sano.

Si consiglia di assumerlo già prima del concepimento, e continuare poi a integrarlo fino alla dodicesima settimana di gravidanza. E’ fondamentale per le donne in gravidanza, assumere ferro e acido folico, soprattutto in caso di carenza di queste sostanza, per rafforzare il feto e permettergli di formarsi nella maniera corretta.

Natalis Pre è più efficace rispetto ad altri integratori perchè contiene la forma attiva e biodisponibile di folati chiamata Quatrefolic, un complesso di acido folico che permette il normale funzionamento del sistema immunitario e la normale formazione del sangue. 

Il prodotto segue i più alti standard qualitativi europei, per questo fonte di sicurezza per le future mamme. La presenza in questo integratore di elementi come vitamine o micronutrienti come ferro, zinco, selenio, magnesio e iodio, vitamina D, calcio, magnesio e rame aiuta lo sviluppo dell’embrione.

Per queste ragioni, questo integratore ferro e acido folico è fortemente consigliato alle future mamme che vogliono garantire benessere e sicurezza al loro bambino.

Integratore ferro, a cosa serve.

Secondo i LARN (Livelli di Assunzione Giornalieri Raccomandati di Nutrienti per la popolazione italiana), il fabbisogno quotidiano di ferro per l’uomo ammonta a 10mg mentre per la donna sale a 18mg.

Un’alimentazione equilibrata e sana può essere una soluzione per garantirti il giusto apporto di ferro e evitare rischi per la salute.

Infatti, una carenza di ferro può portare a soffrire di anemia sideropenica e può avere ripercussioni negative anche su molti sistemi e meccanismi biologici come termoregolazione, sistema immunitario, sistemi di neurotrasmissione cerebrale.

Perché è necessario integrare il ferro, quando questo non è sufficiente a regolare le nostre funzioni? Principalmente perchè il ferro è una sostanza essenziale per la produzione di emoglobina, che è il pigmento che rende le cellule del sangue rosso.

L’emoglobina è fondamentale per il corpo, in quanto trasporta l’ossigeno dai polmoni al resto del corpo. Quando si presenta una carenza di ferro, infatti, significa che non c’è abbastanza ossigeno in circolazione in tutto il corpo.

A volte questo può causare stanchezza, affanno, palpitazioni, vertigini e mal di testa. In presenza di anemia, dunque gli integratori di ferro possono divenire un’importante soluzione.

Gli integratori diffusi in commercio sono integratori di minerali e vitamine, dove spesso il ferro viene associato alla vitamina C (che è utile per poterne favorire l’assorbimento), acido folico, vitamine B6 e B12.

L’integratore ferro quindi rappresenta un supporto verso la corretta possibilità di ristabilire gli esatti livelli di ferro. L’assunzione di determinati tipi di cibi aiuta a migliorare l’assorbimento di quest’ultimo.

Quando può manifestarsi la carenza di ferro

Quando si ha un’adeguata assunzione degli alimenti che contengono ferro (fegato, carne, pesce e legumi secchi), spesso non si verificano problemi di anemia.

Ci sono però particolari situazioni in cui l’apporto derivato dal cibo non è sufficiente e gli integratori di ferro rappresentano un valido aiuto per scongiurare la comparsa di quadri da carenza e il rischio che questi portino ad anemia sideropenica.

E’ necessario assumere un buon integratore di ferro in casi come: ridotto assorbimento di ferro (che può essere determinato da particolari disfunzioni gastrointestinali come diarrea, morbo di Crohn, assunzione regolare di farmaci antiacidi), dieta vegana, vegetariana, abuso di fibre alimentari, celiachia.

L’anemia può verificarsi in forma più grave in presenza di emorragie, tumori, abuso di farmaci antinfiammatori, ulcere, perdita di sangue dal naso o emorroidi. Nelle donne la carenza si manifesta in caso di mestruazioni particolarmente abbondanti, attività sportiva molto intensa, gravidanza e allattamento.

Sono queste le situazioni in cui un buon integratore di ferro può essere prescritto dal medico. Si consiglia di assumerlo sempre nelle giuste dosi e di non sottovalutare assolutamente i sintomi di questa carenza. L’integratore  ferro e acido folico è molto indicato per dare la possibilità al feto di formarsi nel modo adeguato. L’integratore ferro e vitamina C invece, aumenta la capacità di assorbimento di quest’ultimo.

Scegliere un buon integratore ferro è fondamentale nei casi descritti sopra. Gli integratori di ferro sono facilmente reperibili, perché in vendita nelle farmacie, parafarmacie, negli shop online, e persino in certi supermercati. Generalità sugli integratori di ferro.

Un buon integratore ferro cosa deve contenere

Un buon integratore ferro deve contenere questi sali organici ferrosi (solfato, succinato, fumarato, gluconato o lattato), e va solitamente assunto a stomaco vuoto per favorirne l’assorbimento.

Certi farmaci, come i chinolonici e le tetracicline  ( che sono entrambi antibiotici) e gli antiacidi, limitano l’assorbimento del ferro e devono quindi essere assunti a distanza di almeno due ore.

Quando si assume un farmaco nello stesso periodo di tempo in cui si sta seguendo una terapia a base di integratori di ferro, va sempre informato il medico di fiducia, per sapere quali possono essere le conseguenze.

Tra gli effetti collaterali degli integratori ferrosi rientrano infatti diversi altri disturbi di origine gastrointestinale, come diarrea, stitichezza, nausea, vomito, dolori addominali e colorazione nera delle feci. L’integratore ferro va quindi assunto con attenzione e sotto consiglio medico.

La terapia, solitamente, inizia con dosaggi ridotti e progressivamente crescenti. La durata, di solito, è lunga diversi mesi. A volte si può protrarre per tre quattro mesi dopo il raggiungimento del livello normale di emoglobina.

In caso di intolleranza gastrica gli integratori di ferro possono essere assunti in concomitanza del pasto, per evitare disturbi intestinali. Non esitare a scegliere un buon integratore ferro. Con i prodotti di qualità che ti abbiamo indicato, non te ne pentirai. 

Scopri tutti gli articoli sul nostro sito, oppure visita la pagina Instagram di un nostro partner.