Integratore unghie

integratore unghie

Cerchi una guida sull’integratore unghie? Il benessere del nostro organismo si manifesta in ogni parte del nostro corpo. Sebbene alcuni malesseri possono agire a livello interno, in alcuni casi situazioni negative sono percepibili anche esternamente.

Avere delle unghie fragili può essere un sintomo di malessere del nostro organismo, che può derivare da diversi fattori. Può succedere, infatti, che una cattiva alimentazione o una situazione di stress possano creare dei disagi dermatologici, attaccando le nostre barriere cutanee e tra queste le unghie di mani e piedi.

Anche una carenza di calcio si manifesta in modo evidente con delle macchie bianche sulla superficie delle unghie.

Spesso non ci facciamo caso, ma le mani e piedi sono le parti del corpo maggiormente esposte agli agenti esterni. È facile, quindi, subire degli attacchi da batteri o funghi che possono compromettere la salute delle nostre unghie.

Oltre a questa considerazione salutista, bisogna valutare che una mano curata può donare maggiore fascino in una donna. Ormai, è sempre più diffusa l’abitudine di curare le mani, rivolgersi ad estetiste per manicure e pedicure.

Non bisogna sottovalutare queste pratiche poiché alcuni trattamenti o alcuni smalti possono risultare troppo aggressivi per la salute delle nostre unghie.

Con questo articolo vogliamo approfondire il tema della cura delle unghie fragili, cercando di trovare dei rimedi naturali per migliorare la salute dell’epidermide.

Sebbene si può immaginare che il principale destinatario di questo argomento sia il mondo femminile, il malessere delle unghie fragili può presentarsi anche negli uomini  e può coinvolgere tutte le fasce d’età.

Persino i bambini, o meglio i genitori, devono prestare massima attenzione, soprattutto se si è soliti mettere le mani in bocca e rosicchiare le unghie come piccoli topini.

Se ci troviamo di fronte a una situazione di unghie fragili, sfaldate e poco robuste, possiamo scegliere di seguire un ciclo di somministrazione di un integratore unghie.

Abbiamo pensato a un suggerimento di acquisto, indicandoti i 4 migliori integratore unghie. Per ciascuno è fatta una breve presentazione, evidenziando i vantaggi e benefici che si possono trarre dall’assunzione.

Migliori 4 integratore unghie a confronto, recensioni e guida alla scelta: Biomineral Integratore Alimentare

Questo integratore unghie si presenta sia in forma di compresse sia in emulsione gel. In entrambe le formule sono usati ingredienti come amminoacidi, vitamine e minerali.

In particolare il rame e la vitamina E sono utilizzate per un effetto antiossidante.

Si consiglia l’assunzione di integratore unghie quando si presenta la necessità di integrare i nutrienti normalmente contenuti nelle diete e migliorare il fabbisogno.

Per ottenere dei risultati è necessario rispettare un ciclo di almeno due o tre mesi, assumendo una capsula al giorno. Le unghie saranno più forti e dure alla fine del ciclo di assunzione dell’integratore per unghie fragili.

Biotina Nutrimea

L’ingrediente principale di questo integratore unghie è la biotina, più comunemente conosciuta come vitamia B7 e B8 e vitamina H. Questa sostanza è spesso carente nel nostro organismo, causando problemi alla pelle come dermatiti, caduta di capelli e unghie fragili.

La formula è arricchita dalla presenza di zinco e selenio. Questi elementi, nonostante abbiano delle funzioni specifiche, lavorano in totale sinergia reciproca donando benessere all’organismo a livello cutaneo, promuovendo la crescita di capelli e unghie.

In una confezione sono contenute 120 capsule da deglutire con poca acqua. Si consiglia di assumere questo integratore unghie per almeno 4 mesi, avviando un primo ciclo di due mesi, alternare a un periodo di pausa, per poi completare la somministrazione con un altro ciclo di due mesi. L’interruzione serve a non far abituare l’organismo ai componenti dell’integratore unghie.

Optima Beauty – Capelli e Unghie Keratina

La cheratina è il principale costituente delle unghie e nei capelli è responsabile della robustezza e lucentezza. Un integratore unghie di questo genere interviene, dunque, a livello epidermico anche sui capelli. Nella formula, inoltre, sono presenti zinco, acidi grassi, equiseto e vitamine del gruppo B.

La confezione è disponibile a scelta tra 30 o 60 capsule, con nessuna differenza tra le due. L’assunzione di questo integratore unghie è consigliata quando vengono meno gli elementi indispensabili del fabbisogno del nostro organismo e quando l’alimentazione da sola non basta a soddisfare questa esigenza.

Per tale ragione, è consigliata l’assunzione dell’integratore unghie durante i cambi stagione, durante i periodi caratterizzati da forte stress e stanchezza o in fasi di cambiamento repentino dello stile di vita. Per esempio, durante una fase di allattamento post gravidanza.

Gli integratori per unghie fragili non sono solo in forma di compresse. Questo integratore unghie è un gel da passare direttamente sulle unghie fragili, una volta al giorno.

I risultati sono rapidi e in breve tempo, anche in una settimana, le unghie risultano rinforzate. È un integratore unghie scelto da chi si trova con unghie sfaldate a seguito dell’applicazione per lungo tempo di uno smalto.

Non è per niente aggressivo e può essere applicato anche su unghie fragili dei bambini, che spesso tendono a mettere le mani in bocca e rosicchiarle.

Ha la forma di una penna. Basta togliere il tappo e applicare direttamente il gel. Questo integratore unghie è preferito perché può essere portato facilmente fuori casa, messo dentro la borsa.

La formula è composta da equiseto, biotina, pantenolo e chitosano. Rinforza la struttura dell’unghia, rende la struttura più elastica e più idratata, favorendo la naturale ricrescita.

Cosa sono le unghie?

Le unghie sono strutture semitrasparenti con cui finiscono le estremità delle dita delle mani e dei piedi. Possono, dunque, considerarsi una sezione della pelle, o meglio, un’estensione dell’epidermide.

Sulle nostre dita si presenta con una forma convessa e liscia al tatto. Il colore naturale rosa è legato alla circolazione sanguigna, che traspare dal derma.

Osservando il colore delle unghie, un cambiamento dello stesso, può indicare una situazione di malessere o la presenza di un’infezione cutanea.

Prima di analizzare questo aspetto, affrontiamo per un attimo la struttura delle unghie. Le unghie sono costituite da più strati di cheratina, che si caratterizza in modo diverso in base al livello di superficie.

La parte più esterna, detta unguis, segue una direzione perpendicolare rispetto alla crescita, mentre la parte interna è meno dura e ha una struttura lamellare.

Oltre alla cheratina, sono presenti in minore quantità, amminoacidi, grassi, acqua, vitamine e minerali.

L’unghia ha origine dalla matrice ungueale per estendersi lungo il letto ungueale e cresce spuntando dalla cuticola. La parte staccata dal letto ungueale è detta margine e indica la crescita, che solitamente tendiamo ad accorciare.

Le unghie crescono in modo diverso per mani e piedi, mostrandosi più veloce nelle prime. Crescono di circa 0,1 mm al giorno e varia in base alla fascia di età e alla stagione.

Riconoscere unghie fragili dal colore

Possiamo accorgersi facilmente se il benessere delle nostre unghie è compromesso da infezioni o batteri.

  • Unghie di colore verde: in questo caso siamo di fronte ad un attacco di un fungo o di un batterio dell’aria. Questo agente esterno è presente in ambienti umidi e caldi e attacca la lamina del letto ungueale o nel caso di unghie artificiali si nasconde nella parte sottostante. 
  • Unghie di colore giallo/marrone: anche in questa circostanza l’unghia è stata attaccata da un fungo, solo che la parte infetta è porosa e qualche volta friabile.
  • Unghie di colore bianco: indicano un’eccessiva produzione di cheratina.

Cosa è contenuto nello smalto per unghie 

La naturale colorazione delle unghie può essere nascosta con l’applicazione di uno smalto. Molte donne amano tingere le unghie di colori accesi e vivaci, per sentirsi più attraenti. Altre preferiscono mantenere le mani curate, applicando uno smalto trasparente.

Alcuni smalti, soprattutto se non sono prodotti da grandi aziende cosmetiche che seguono particolari controlli di qualità, possono risultare aggressivi.

Inoltre, la scelta di applicare uno smalto semipermanente o un gel, a lungo andare, non favorisce la naturale traspirazione dell’epidermide e sono causa di unghie fragili.

Sappiamo cosa è contenuto nello smalto per unghie? Non vogliamo, in questo momento, parlare di bellezza e cosmesi, ma quello che è importante sapere è che, in alcun modo, in uno smalto devono essere contenute delle sostanze pericolose e nocive. Parliamo di sostanze quali:

  • Toulene. Si tratta di un solvente aromatico pericoloso che se inalato può creare dei disturbi alle vie respiratorie e a contatto con la pelle può creare delle irritazioni;
  • Formaldeide. È un gas tossico che può creare gravi danni alle vie respiratorie, come asma bronchiale e causare delle dermatiti da contatto;
  • Dibutilftalato. Questa sostanza, sebbene testata sugli animali, è causa di problemi testicolari. Fortunatamente non è più presente nella composizione degli smalti e, in tempi passati, era impiegata per garantire una maggiore durata della colorazione.

Rimedi e consigli per il benessere delle unghie

Alcune buone abitudini possano agevolare a mantenere forte lo stato di salute delle nostre unghie. Alcuni di questi suggerimenti valgano per tutti, che sia un uomo o una donna a leggere. Curare la salute delle unghie non è solo un fattore estetico e non fa di un uomo, un narciso.

  • Usare uno spazzolino morbido

Così come per i denti, anche le unghie richiedono attenzione nella fase igienica. Per pulire le unghie nere non bisogna mai usare oggetti appuntiti o raschiare, perché possono crearsi delle ferite che lasciano libero passaggio ai batteri. È bene usare uno spazzolino morbido, bagnato con acqua e sapone.

  • Usare lime di cartone

C’è chi preferisce limare le unghie per creare la forma preferita oppure per accorciarle. Le lime di ferro rendono le unghie fragili e possono sfaldarle, a differenze delle lime di cartone ricoperte di polvere di diamante sintetico.

  • Usare guanti per lavare i piatti

Alcune donne preferiscono non indossare i guanti quando lavano i piatti o quando fanno le faccende domestiche. Il problema è che alcuni detersivi contengono delle sostanze irritanti per le unghie che possono danneggiare la cheratina. Inoltre, l’acqua calda inumidisce la struttura rendendo le unghie fragili. Per questo motivo, anche quando ci laviamo o facciamo una doccia, è bene asciugare con cura mani e piedi.

  • Indossare calzini sintetici e non camminare scalzi in luoghi pubblici

Il tessuto dei calzini è importante per la traspirazione dell’umidità (sudore). I tessuti sintetici sono preferibili a cotone e lana.

Anche nei luoghi pubblici, soprattutto in estate nelle piscine o passerelle balneari, è meglio non camminare scalzi, per evitare di stare a contatto con superfici umide e piene di batteri.

Altre indicazioni

  • Rivolgersi a centri estetici specializzati

Prenota una manicure o pedicure solo in centri specializzati, che seguono e rispettano tutte le normative di sicurezza e qualità. Provvedono a igienizzare gli strumenti da lavoro e utilizzare prodotti di qualità. Molte estetiste, infatti, per rimuovere lo smalto usano solventi senza acetone, che può seccare l’unghia e spaccarla.

Un onicotecnico esperto consiglia di lasciar respirare le unghie e quindi alternare le fasi di applicazione dello smalto a periodi senza fissaggio. Si può, eventualmente, applicare uno smalto trasparente per rinforzare le unghie fragili.

  • Bere acqua

L’acqua è fonte di vita anche per le unghie, in quanto è un elemento costituente la struttura insieme alla cheratina. Bevendo poco possiamo notare uno sfaldamento dell’unghia.  Per migliorare la struttura epidermica delle unghie, possiamo scegliere di acquistare degli integratori per unghie, a base di cheratina e sostanze nutrienti.

Un aiuto con l’integratore unghie

Per rimediare a unghie fragili possiamo scegliere di usare degli integratori per unghie. Questi integratori servono a ripristinare le condizioni fisiologiche essenziali dei tessuti epidermici e si suddividono in due tipologie:

  • Gel o unguenti da applicare direttamente a livello cutaneo sulle unghie fragili;
  • Integratori per unghie da assumere per bocca.

Sono facilmente reperibili e disponibili in tutti i banchi farmaceutici. Non è richiesta una particolare prescrizione medica, ma in qualunque momento, è sempre bene consultare un medico o un dermatologo.

Scopri tutti gli articoli sul nostro sito, oppure visita la pagina Instagram di un nostro partner.