Integratori per abbronzatura

integratori per abbronzatura

Cerchi integratori per abbronzatura. I fratelli Righeira cantavano: “L’estate sta finendo…”, ma per noi, a dire il vero, l’estate è alle porte. Ci troverà pronti? Difficile garantirlo in un periodo come il nostro, dove la professione che andava per la maggiore, fino a qualche giorno fa, era la versione domestica del recluso!

La nostra pelle, bianco latte o marroncino scolorito, per chi ha la fortuna di non rientrare nel club dei “cadaverici” ambulanti, grida “aiuto”. E a differenza di quel detto, dove uno allarmava mezzo mondo per poi cadere sbellicante dalle risate quando la gente accorreva, alla nostra pelle, non solo dobbiamo credere, ma provvedere il prima possibile.

Oggi stesso, magari. Inutile rosolarsi ore e ore sotto il sole, come fossimo sulla graticola di casa, perché non solo è dannoso, ma controproducente per la pelle stessa. La carnagione color gambero, o peperone, non è mai andata di moda. E che dire dei famigerati radicali liberi? Quelli che si formano dopo l’esposizione al sole? Noi ci arrostiamo mentre loro proliferano. Anche no, grazie.

Per i recidivi che ancora non lo sapessero, l’abbronzatura non si ottiene con la modalità “full immersion”, ma preparando la pelle per tempo e con i giusti integratori. Ma per capire questo importante passaggio, spieghiamo cos’è l’abbronzatura, si sa mai che qualcuno, poi, si redima.

Consigli per l’acquisto di integratori per abbronzatura

D’accordo, vi serve un suggerimento. Siamo qui per questo.
Quali integratori per abbronzatura utilizzare?
Abbiamo detto che la melanina è il fattore centrale. Prediligere integratori che la stimolino, è alla base della scelta.

Migliori 4 integratori per abbronzatura a confronto, recensioni e guida alla scelta: Integratore alimentare a base di Melanina e vitamina C ed E, della Carovit.

Comprende 20 Compresse da 30 Gr. Gli ingredienti contenuti in questi integratori per abbronzatura alla Melanina sono:

  • Olio di soia da semi;
  • Gelatina alimentare;

Agente di resistenza:

  • Glicerolo;
  • Acido ascorbico (Vitamina C); 
  • L-alfa tocoferil acetato (Vitamina E acetato);

Addensante:

  • Mono e digliceridi degli acidi grassi;
  • L-tirosina;
  • L-Cistina ;
  • Zinco ossido;
  • Acido Lipoico;

Emulsionante:

  • lecitina di soia;

Coloranti:

  • Ossidi di ferro E172;
  • Rame solfato;

Antiossidante:

  • Rosmarino estratto oleoso (Rosmarinus officinalis) in olio di girasole;
  • Riboflavina (vitamina B2) ;
  • Colecalciferolo (Vitamina D3) in olio di soia.

La vitamina C, E e il rame contenuti negli integratori per abbronzatura della Carovit aiutano a proteggere le cellule dallo stress ossidativo. La vitamina C, nello specifico, contribuisce a mantenere funzionale il sistema immunitario, coadiuva l’azione della vitamina B2 e sostiene la normale formazione del collagene, necessario per il benessere della pelle.

La confezione di questi integratori per abbronzatura contiene 20 capsule.
Come assumere questi integratori per abbronzatura: si consiglia una capsula al giorno, per 30 giorni, prima dell’esposizione al sole.

Integratori per abbronzatura al BETA CAROTENE della Vegavero®.

È un prodotto 100% naturale, Vegan. Contiene Estratto di Carota (Vitamina A). Comprende 180 capsule.
CGli ingredienti contenuti in questi integratori per abbronzatura sono:

  • Carota (Daucus carota L.) estratto secco di radice con 5% di beta-carotene,
  • farina di semi di lino,
  • agente di rivestimento (idrossipropilmetilcellulosa).

Il betacarotene, come già illustrato ampiamente, è un antiossidante naturale che protegge la pelle dall’esposizione solare (raggi UV) e dai radicali liberi. Inoltre, si trasforma in vitamina A (retinolo), contribuendo a mantenere la salute della pelle e il benessere della vista.

Gli integratori per abbronzatura della Vegavero contiene 180 capsule e per ciascuna sono presenti 7 mg di betacarotene, che è la dose massima giornaliera consentita dal Ministero della Salute. L’integratore è al 100% naturale e si ottiene dall’estratto di carota di alta qualità.

La peculiarità che rendono caratteristici questi integratori per abbronzatura è appunto il suo essere naturale. I supplementi sintetici di beta-carotene o vitamina A, a differenza dell’integratore della Vegavero, non contengono i fitonutrienti (minerali e antiossidanti) che si trovano naturalmente nelle carote.

Gli integratori per abbronzatura della Vegavero non ha additivi artificiali. Ogni capsula contiene 140 mg di estratto di carota (titolato al 5% in betacarotene). Il prodotto è privo di Magnesio Stearato, è adatto a vegani e vegetariani.
Come assumere questi integratori per abbronzatura: si consiglia una capsula al giorno.

Integratori per abbronzatura Sunglow della MaxMedix ad alto Dosaggio.

Formula con L-Tirosina, Vitamina E, Luteina e Rame. Integratore Alta Biodisponibilità, comprende 60 Capsule per Vegani, Vegetariani, Senza Glutine.

L’integratore per l’abbronzatura, stimolante di Melatonina, della MaxMedix contiene: luteina, rame, estratto di semi d’uva, vitamina E. Il prodotto Sunglow, è uno tra gli integratori per abbronzatura con formula completamente naturale ad alta biodisponibilità.

L’integratore per l’abbronzatura Sunglow contiene Vitamina E, utile per la protezione delle cellule dallo stress ossidativo.
L’integratore per l’abbronzatura della Max Medix è privo di glutine ed è facilmente assumibile da chi è intollerante e per chi segue una dieta vegana o vegetariana.

Le capsule sono realizzate con ingredienti naturali, senza OGM o prodotti di origine animale. Gli ingredienti e i processi di produzione sono soggetti a rigorosi controlli di qualità, aggiudicandosi l’acronimo GMP.
Come assumere l’integratore: si consigliano due capsule al giorno, a stomaco vuoto, con un bicchiere d’acqua.

Integratori per abbronzatura SOLUX® della Balance feel your self.

Contiene 10 ingredienti attivi, tra cui:

  • Licopene,
  • Tirosina,
  • Calendula,
  • Moringa Oleifera,
  • Vitamina C, E, B2,
  • Selenio,
  • Beta Carotene,
  • Attivatore dell’abbronzatura.

 

Comprende 60 capsule. Gli ingredienti dell’integratore per l’abbronzatura della Balance feel your self sono:

  • Carota,
  • Dunaliella salina,
  • Rosa Canina,
  • Vitamina E,
  • Calendula,
  • Moringa,
  • Tirosina,
  • Rame,
  • Licopene,
  • Vitamina B2,
  • Selenio.


Il beta-carotene, contenuto nel prodotto, come tutti i carotenoidi, se assunto per il periodo utile, conferisce alla pelle un’ottima colorazione. Inoltre è un antiossidante naturale e protegge la cute dall’esposizione solare (raggi UV) e dai radicali liberi e, trasformandosi in vitamina A (retinolo), collabora non solo alla salute della pelle, ma anche della vista.

Nell’integratore per l’abbronzatura della Solux, sono state utilizzate due fonti 100% naturali di Betacarotene: la Carota e l’Alga Dunaliella Salina.

E per i più esigenti è possibile prolungare l’abbronzatura conquista con fatica, grazie alla presenza della Moringa Oleifera & Calendula, elementi che effettuano in modo naturale un’azione di mantenimento della pigmentazione cutanea e, riducendo i fastidiosi cali dell’abbronzatura.

L’integratore Solux protegge dai radicali liberi (come evidenziato a iosa, si formano durante l’esposizione della pelle ai raggi solari) neutralizzandoli, grazie alla presenza di antiossidanti naturali, vitamine e minerali: Vitamina A, Vitamina E, Vitamina B2, Rame, Selenio, Vitamina C naturale estratta dalla Rosa Canina, Moringa e Licopene derivato da Pomodoro.

L’integratore per l’abbronzatura è un prodotto 100% naturale, senza stearato di Magnesio, senza glutine e lattosio. Ideale per chi è intollerante o allergico e per chi segue una dieta vegetariana o vegana. È made in Italy e questo ci fa solo che piacere!

Quella che definiamo abbronzatura non è altro che la protezione della nostra pelle contro i raggi del sole.

Durante l’esposizione, le cellule della nostra pelle e nello specifico i melanociti producono la melanina: un pigmento che caratterizza anche il colore dei nostri capelli e dei nostri occhi.

Mentre restiamo spaparanzati come lucertole sotto il sole, assumiamo un colorito da divi di Hollywood. Ma ci siamo chiesti se la funzione estetica che noi attribuiamo all’abbronzatura, è la stessa che la melanina ha pensato per la nostra pelle? Non credo.

Nessuno mette in dubbio che la melanina ci regali un colorito da star, ma la sua funzione primaria è quella di proteggerci. Il suo scopo è proprio quello che ha un guerriero quando utilizza il suo scudo: impedire a qualcosa o a qualcuno di colpire.

In questo caso, la melanina compie un’azione di filtro, impedendo ai raggi solari, diciamo quelli dannosi, di penetrare nella profondità della nostra pelle. E…to be continued, come dicono quelli d’oltremanica.

I raggi solari “incitano” anche la proliferazione delle cellule che costituiscono lo strato esterno della pelle. Avere un maggiore spessore della pelle è fondamentale perché impedisce ai raggi stessi di scendere in profondità e danneggiare la pelle.

Rullo di tamburi: utilizziamo gli integratori per l’abbronzatura, come quelli che contengono la melanina.

Prima di addentrarci nel fantastico mondo degli integratori, facciamo un passo indietro.
Abbiamo capito che cos’è la melanina? Ripetiamolo.

La melanina è un insieme di pigmenti naturali che vengono prodotti da quelle cellule specializzate della pelle denominate “melanociti”, che a seconda del fototipo, del fenotipo di appartenenza (dal greco phainein, che significa “apparire” e týpos, che significa “impronta”, ovvero l’insieme di tutte le caratteristiche di un individuo: morfologia, sviluppo, proprietà fisiologiche, comportamento), assegnano il colore alla pelle, ai capelli e alle iridi degli occhi.

E non ci stupiamo di una rivelazione: anche l’emoglobina colora la pelle! Eh già, perché nel momento in cui lega l’ossigeno, dona al sangue un colore rosso vivace, facendo assumere alla nostra epidermide il suo caratteristico colore rosa.

C’è da aggiungere un elemento: pure i pigmenti carotenoidi, contenuti soprattutto negli alimenti di colore giallo-arancio (carote, albicocche, peperoni, pomodori) collaborano a trasformarci in cugini della pantera rosa.

Avete presente quelle persone che “Oddio come sono abbronzate”? Sì, proprio quelle per le quali proviamo una evidente invidia (per la serie noi restiamo immobili per ore, sotto il sole cocente, e al massimo raggiungiamo il colorito della brioche che accompagna il cappuccino a colazione, e loro, come niente, diventano carbone).

Ebbene, questa gente segue una dieta particolarmente ricca di alimenti come quelli sopra esposti e assume integratori per l’abbronzatura.

Perché non provare anche noi?

Ma si è detto che i melanociti donino l’abbronzatura. Gli integratori, perciò, a cosa servono?
Domanda lecita. Il numero dei melanociti, uguale per tutti, con l’età che galoppa (e a volte anche prima) si riduce.

La dimostrazione è la temuta comparsa dei primi capelli bianchi, quando il loro incanutimento (che parolona! Significa mancanza di colore sia dei capelli che dei peli del corpo) è legato alla perdita dell’attività dei melanociti che sono presenti nei follicoli piliferi.

Da qui, due più due fa quattro. Se la matematica non è un’opinione, ovviamente! L’utilizzo degli integratori per l’abbronzatura è indispensabile se non ci vogliamo vedere come l’uomo di Neanderthal prima del tempo. E non mi riferisco al folto dell’acconciatura, ma al colorito neve che lo distingue. 

Vi siete mai chiesti come mai i nordici sono riconoscibili per il loro “viso pallido”, mentre gli abitanti delle regioni equatoriali hanno una pelle color caffè senza grappa? Semplice.

Ai tropici, la melanina deve impegnarsi molto per proteggere la cute dai raggi solari, e la pelle scura previene la distruzione dei folati (ovvero l’acido folico, una vitamina idrosolubile del gruppo B), per la forte esposizione ai raggi ultravioletti.

Al Nord, invece, poiché i raggi solari non sono così forti, la pelle resta chiara per garantire la sintesi della vitamina D, toccasana non solo per le ossa, ma anche per il cuore e il cervello.
E siamo arrivati al punto.

Eh già, perché va da sé che chi non è provvisto di “carburante”, non arriva a destinazione. Metafora creativa. Per intenderci: chi non possiede sufficiente melanina, deve integrarla per forza di cose! Gli integratori di melanina, a questo punto, sono un irrinunciabile strumento di protezione.

Soprattutto se non volete correre il rischio di svaligiare di carote e compagnia bella, fruttivendoli e supermercati. Che poi, diciamocelo, chi se la sente di ingurgitare quintali di verdura?

Ovviamente, dobbiamo precisarlo: l’integratore non è la nuova pozione magica di Mago Merlino, ma uno strumento che, abbinato ad una alimentazione specifica e ricca di determinati alimenti (cibi ricchi di acqua, vitamine e sali), può aiutarci.

Detto questo, possiamo però aggiungere che gli integratori per l’abbronzatura sono più che utili: indispensabili!

Quali integratori per l’abbronzatura preferire?

Esistono integratori specifici per la pelle che, una volta assunti, hanno il compito di stimolare la produzione della melanina, da qui il loro nomignolo: stimolatori di melanina. Il loro utilizzo, specialmente se fatto nel periodo precedente a quello dell’esposizione, può elargire effetti positivi.

Ma quali sono gli integratori per l’abbronzatura? Un attimo di pazienza, ci sto per arrivare!
Nella maggior parte dei casi, si parla di integratori a base di zinco, di selenio, di vitamina A, di beta carotene, di licopene e di vitamina E. L’ampia scelta permette di sbizzarrirci. I preferiti sono quelli che contengono carotenoidi (licopene, astaxantina e luteina).

Ma, una ricerca evidenzia come siano apprezzati, e non poco, sia quegli integratori per l’abbronzatura che al loro interno contengono attivi e proteggono il DNA cellulare e sia quelli probiotici.

Qualche informazione sugli ingredienti degli integratori per l’abbronzatura.

Betacarotene. Neanche a dirlo: è il principio attivo più importante e presente negli integratori per l’abbronzatura. Questi agiscono stimolando la formazione della melanina. Sono i precursori della vitamina A (retinolo), antiossidante stellato capace di incoraggiare il nostro sistema immunitario e di proteggere quello cardiovascolare.

Vitamine A, C, E, Selenio e Zinco
La “compagnia dell’anello” sopracitata, negli integratori per l’abbronzatura, è presente in modalità variabile. Si pongono un obiettivo: proteggere la pelle dai radicali liberi, le molecole che si formano dopo l’esposizione al sole e ad un certo punto escono di senno.

Sono talmente dannose che se entrano in contatto con le cellule della nostra pelle, possono modificarne la struttura, trasformandole in altrettante molecole pazze, generando una catena di Sant’Antonio (non me ne voglia) infinita.

Questi antiossidanti, contenuti negli integratori per l’abbronzatura, hanno, perciò, un ruolo d’onore: fermare l’avanzata di queste molecole da manicomio, arrestandone il progressivo danneggiamento della pelle.

Coenzima Q10. Possiamo definire questo elemento presente negli integratori per l’abbronzatura: il generale degli antiossidanti. Infatti, il potere di questa molecola è molto forte.

Come i suoi sottoposti, riesce a eludere i danni del sole, rallentando l’invecchiamento della cute e migliorando la tonicità dei tessuti. La regina cattiva di Biancaneve lo amerebbe!

Licopene. Altro soldato vittorioso presente negli integratori per l’abbronzatura, è cugino dei carotenoidi e, perciò, come gli stessi, è caratterizzato dal pigmento colorito. Predilige, come casa, il pomodoro e, per tale ragione, è considerato un ottimo antiossidante.

Tirosina. La tirosina, utilizzata sotto forma di integratore nella cura della fenilchetonuria, una condizione ereditaria in cui l’organismo non riesce a produrre questo aminoacido a partire dalla fenilalanina, viene adoperata non solo per promuovere il benessere del cervello, ma anche per favorire, per l’appunto, l’abbronzatura.

Come assumere l’integratore: si consigliano due capsule al giorno.

Infine, teniamo a dirvi che, seppure il modo corretto per proteggere la pelle sia quello di esporsi al sole applicando una appropriata crema solare con un adeguato fattore di protezione (evitate i famosi intrugli casalinghi a base di olii), gli integratori per l’abbronzatura restano un valido supporto soprattutto perché preparano la pelle a ciò che l’attende: un’estate all’insegna della tintarella.

Ma ricordiamolo: non pretendete di abbronzarvi in un giorno. Come per ogni cosa, anche per l’abbronzatura serve un periodo di preparazione, perciò è bene iniziare il trattamento circa un mese prima dell’esposizione al sole, in modo da garantire alla pelle il tempo giusto per organizzarsi.

Scopri tutti gli articoli sul nostro sito, oppure visita la pagina Instagram di un nostro partner.